Visite: 105

“Ringrazio tutti i colleghi consiglieri comunali che hanno riposto in me la loro fiducia, sono convinto che potrò contare sul loro sostegno in ogni momento. Cercherò di seguire gli utili consigli di chi ha già ricoperto questo o altri ruoli importanti nella pubblica Amministrazione, così come sarò aperto ai suggerimenti dei meno esperti sommando il loro entusiasmo al mio”.

 

Sono queste le prime parole pronunciate dal giovane consigliere Carlo Verduci, dottore in ingegneria civile-ambientale ed impiegato in una società privata, appena eletto all’unanimità Presidente del Consiglio comunale di Motta San Giovanni. 

 

“Mi confronterò quotidianamente con il sindaco Giovanni Verduci, vera guida di questa Amministrazione – ha poi aggiunto - e con il segretario comunale, il dott. Pietro Emilio, approfittando delle sue riconosciute competenze. Come recita lo Statuto comunale, il Consiglio è organo di indirizzo e di controllo politico amministrativo. Spetta al Consiglio, infatti, individuare e interpretare gli interessi generali della comunità e di stabilire in relazione ad essi, gli indirizzi che guidano e coordinano le attività di amministrazione e gestione, esercitando il controllo politico-amministrativo sulla loro attuazione”.

 

“Dentro questi confini intendo esercitare il mio ruolo. Un Consiglio comunale rispettoso della forma e della sostanza, aperto al confronto ma altrettanto consapevole del proprio ruolo e della responsabilità di compiere delle scelte. La presenza di una sola lista presentata alle elezioni dello scorso giugno e di un solo gruppo presente in Consiglio, impongono a noi tutti una maggiore responsabilità e attenzione. Per tale motivo, anche su indicazione del sindaco Giovanni Verduci, chiederò che vengano pubblicati sul sito istituzionale i resoconti dei lavori consiliari ed i provvedimenti adottati”.         

 

“Ringrazio nuovamente tutti – ha poi concluso il Presidente Verduci - la mia famiglia, quanti sono stati, continuando ad esserlo, al mio fianco su questa strada che ho iniziato a percorrere da poco. A tutti noi auguro un buon lavoro”.

 

Il Consiglio comunale ha poi eletto vicepresidente dell’Assise la psicologa e psicoterapeutica Daniela Calabrò.  

Torna all'inizio del contenuto