Visite: 211

Il sindaco Giovanni Verduci e l’assessore ai Lavori pubblici Rocco Campolo hanno partecipato in videoconferenza alla riunione convocata dall’assessore regionale all’Ambiente, Sergio De Caprio, con il Commissario straordinario per la depurazione Maurizio Giugni.

 

Nei giorni scorsi il primo cittadino mottese aveva chiesto di essere aggiornato sullo stato di avanzamento delle procedure riferite al progetto, già finanziato, per la realizzazione del nuovo collettore che dovrebbe collegare la rete fognante del centro abitato di Motta con l’impianto esistente in località Oliveto.       

 

“Ringrazio il professore Giugni e il colonnello De Caprio – ha dichiarato il sindaco a conclusione della riunione – per la disponibilità al confronto e per averci rassicurato sulla conferma del finanziamento e sull’ulteriore somma già stanziata e necessaria a seguito dell’aggiornamento dei prezzi e di parte del progetto. Nelle prossime settimane l’Ufficio del Commissario avvierà le procedure per la progettazione esecutiva che, in seguito, dovrà essere sottoposta anche a verifica. Solo dopo sarà possibile espletare la gara d’appalto per l’esecuzione dell’intervento”.

 

“Il nostro Comune – ha invece dichiarato il vicesindaco Rocco Campolo – negli ultimi anni si è più volte adoperato al fine di evitare contenziosi e lungaggini burocratiche, consentendo all’Ufficio del Commissario di acquisire il progetto definitivo con i necessari pareri. L’intervento, finanziato da quasi un decennio, consentirebbe di completare e riefficientare la rete fognaria comunale attraverso nuovi tratti e nuovi impianti di sollevamento in frazioni del nostro territorio ad oggi non servite dalla rete cittadina”.

 

“Inoltre – ha poi concluso l’assessore ai Lavori pubblici – insieme al sindaco Verduci abbiamo evidenziato al Commissario Giugni e all’assessore De Caprio che la mancata realizzazione di questo ambizioso intervento costringe il nostro ente ad intervenire con lavori, non più sostenibili economicamente, su impianti di sollevamento e rete fognante interessati dal progetto”.

 

Torna all'inizio del contenuto