Visite: 6233

Anno sociale 2006/2007. Col nuovo anno sociale, per poter riprendere le attività di animazione avviate l'anno precedente, alla fine di agosto abbiamo organizzato una manifestazione, denominata "Serata di Solidarietà", per sensibilizzare il territorio sul tema della diversabilità. Nel corso della serata abbiamo ascoltato della musica con un'artista del luogo, abbiamo visto ma anche attivamente partecipato (ogni occasione è buona!) ad alcuni balletti curati dai ballerini di una scuola di ballo di Reggio Calabria, e con i panini alla salsiccia e bibite varie abbiamo raccolto dei fondi da destinare alle nostre attività.
Le attività sono riprese secondo la medesima scansione dell'anno precedente, ma con numerosi nuovi ingressi sia tra i ragazzi che tra i volontari, che dicono come effettivamente il gruppo cresca. Nuova, rispetto al passato, la partecipazione agli eventi organizzati per il Natale (Concorso del Presepe, Rappresentazione teatrale  per la Festa dell'Epifania, in questa occasione i nostri ragazzi hanno presentato una recita sulla natività, scatenando l'entusiasmo e l'emozione del folto pubblico presente) e per il Carnevale (Sfilata in maschera).

Rapporti con l'Amministrazione Comunale
Sin dalla nostra costituzione, come gruppo spontaneo prima e come associazione dopo, abbiamo sempre creato un ottimo rapporto con l'Amministrazione Comunale. Diversi sono stati gli incontri e tutti costruttivi, le nostre richieste sono state tutte prese in considerazione e molte sono state realizzate. Primo tra tutti è stato siglato un protocollo d'intesa con il Comune per quanto riguarda gli interventi da programmare in favore delle persone diversamente abili e delle loro famiglie.

Di seguito elenchiamo alcune nostre proposte realizzate:

  • Acquisto di circa 100 metri di passerelle per la spiaggia per consentire alle persone in carrozzella di poter raggiungere la battigia e, con mezzi propri di poter fare il bagno;
  • Riduzione della tassa sulla TARSU del 20%, Riduzione del Canone Acqua del 10%, I.C.I. elevata la detrazione per la prima casa da Euro 103,29 a Euro 160.00 per tutte quelle famiglie che nel proprio nucleo hanno una persona disabile al 100% con diritto di accompagnamento,
  • Installazione presso la scuola media di Lazzaro di un ascensore elevatore per consentire agli alunni diversamente abili in carrozzella di poter usufruire dei laboratori posti al primo piano;
  • Avvio dell'assistenza scolastica agli alunni diversamente abili (già dal primo giorno di scuola o quanto meno quando inizia il servizio mensa);
  • Attualmente siamo riusciti a garantire un servizio simile al progetto Incontro per altri due giorni a settimana utilizzando i fondi del SIF(Sistema Integrato per la Famiglia) che altro non è che un progetto integrato del Comune di Reggio Calabria. Tale servizio è organizzato sulla falsa riga dei CSE (Centri Socio Educativi) per diversamente abili adulti e può contare sulla professionalità di educatori ed animatori che portano avanti un programma educativo, assolutamente in linea con il lavoro sin qui svolto dai nostri volontari      
  • Il Comune in collaborazione con l'Istituto Comprensivo ci ha concesso i locali della scuola elementare di S.Elia per poter sviluppare il sopraccitato progetto "Incontro";
  • Rapporto di partneriato, con il versamento del 20% del finanziamento richiesto e la collaborazione con strutture varie, per quanto concerne il progetto IL SAMARITANO finalizzato all'acquisto di un pulmino opportunamente modificato con una piattaforma idraulica per il trasporto disabili in carrozzella.    

 

 Rapporti con la Parrocchia Santa Maria delle Grazie Lazzaro (RC)
Il parroco della nostra parrocchia, da sempre disponibile al dialogo con la nostra Associazione, ci ha dato la possibilità di sensibilizzare il territorio organizzando un incontro con le famiglie della parrocchia, durante l'anno sociale 2005/2006. Questa opportunità ci ha dato l'occasione di far conoscere a tante persone le finalità della nostra associazione.
Nel periodo di Natale abbiamo preparato, con i lavori eseguiti dai ragazzi, un albero di Natale e un presepe con il quale abbiamo partecipato al concorso per il miglior presepe, organizzato dalla nostra parrocchia; per la gioia dei nostri ragazzi e di tutti i volontari ci siamo classificati al secondo posto.
Durante la festa della Befana, sempre organizzata dalla parrocchia, i nostri ragazzi  si sono esibiti in nella rappresentazione del presepe vivente, riuscendo ad emozionare il folto pubblico presente alla festa. A carnevale abbiamo partecipato alla sfilata organizzata dal Centro Giovanile Parrocchiale con le maschere realizzate dai nostri ragazzi.

 

Rapporti con l'Istituto Comprensivo di Motta San Giovanni
Durante l'anno scolastico 2005/2006 l'Associazione InHoltre ha iniziato un rapporto di collaborazione con l'Istituto Comprensivo del Comune di Motta san Giovanni.
La prima iniziativa è stata realizzata durante la manifestazione Nazionale organizzata da FIABA (Fondo Italiano Abbattimento Barriere Architettoniche) il (2 ottobre 2005). Gli alunni, stimolati dal personale docente, hanno accolto il nostro suggerimento di trovare e documentare con delle foto o dei componimenti le barriere architettoniche esistenti nel nostro Comune. Con tutto il materiale ricavato dalla manifestazione è stata allestita una mostra all'interno della scuola.
Il Dirigente scolastico, da sempre attento alle problematiche della diversabilità, considerato che all'interno dell'Istituto vi sono 8 alunni diversamente abili, ha costituito il gruppo GIO (Gruppo Interno Operativo per l'integrazione dei soggetti portatori di handicap). Le finalità del gruppo erano sicuramente ottime sotto l'aspetto del coinvolgimento degli alunni diversamente abili, ma tutto è rimasto sulla carta e niente di concreto è stato fatto sino ad oggi.
A ottobre del 2006, durante la settimana organizzata da FIABA la nostra Associazione ha organizzato un'incontro con gli alunni per parlare e discutere sui temi della disabilità. Nel corso dell'iniziativa è stata allestita una mostra con le foto delle attività che i nostri ragazzi hanno svolto presso la scuola elementare di S.Elia sede del progetto Incontro. L'esperienza è stata effettuata sia alla scuola media di Lazzaro sia in quella di Motta San Giovanni. 

 

Torna all'inizio del contenuto