Eventi e Notizie

Visite: 84

 

L’Antiquarium Leucopetra, centro museale e culturale del territorio mottese, ha registrato nei giorni scorsi una gradita ed importante visita che testimonia ulteriormente le potenzialità del territorio e la rilevanza dei reperti custoditi a Lazzaro.      

 

Il sindaco Giovanni Verduci, il vicesindaco Rocco Campolo e gli assessori Enza Mallamaci e Domenico Infortuna hanno accolto all’Antiquarium il rabbino Chiskiau Kalmanowitz, il restauratore Amir Genach e l’assistente Valentina Walden Ischiboni.

 

Guidata dalla dott.ssa Sara Bini, funzionario archeologo della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per la Città metropolitana di Reggio Calabria e la provincia di Vibo Valentia, la delegazione è stata a Lazzaro per osservare i reperti trovati in occasione della campagna di scavi all’interno del Parco archeologico e del Castello Santo Niceto.

 

In particolare, il rabbino ha ammirato la lucerna giudaica del IV/V secolo d.C. decorata a stampo con il simbolo della menorah, rinvenuta il secolo scorso a Lazzaro e tornata ad essere esposta all’Antiquarium dopo che, dal 13 dicembre 2017 al 16 settembre 2018, è stata protagonista al Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah di Ferrara in occasione della mostra “Ebrei, una storia italiana. I primi mille anni”.

 

Grazie alle utili informazioni tecniche offerte dalla studiosa Vincenza Triolo, presenti anche i volontari del servizio civile della Pro Loco e il presidente Giovanna Di Dia, il Rabbino ha poi visitato il Parco archeologico esprimendo interesse per il sito e annunciando la volontà di ritornare a Motta San Giovanni per raggiungere anche la fortezza di Santo Niceto e conoscere il centro storico collinare.

 

Entusiasta l’assessore comunale alla Cultura Enza Mallamaci dopo aver fatto dono al rabbino di alcune pubblicazioni sul territorio mottese e di una targa a ricordo dell’importante giornata.

 

“L’Amministrazione comunale – ha dichiarato l’assessore a conclusione dell’incontro - è orgogliosa del proprio territorio reso unico da una storia eccezionale, da brillanti artigiani, instancabili minatori, abili pescatori, artisti e custodi della tradizione popolare, donne e uomini di cultura, professionisti e studiosi. L’attenzione prestata dal rabbino Chiskiau Kalmanowitz, le domande poste dall’esperto restauratore Amir Genach e gli occhi dell’assistente Valentina Walden Ischiboni, sorpresi da così tanta bellezza e quasi imbarazzati dall’accoglienza ricevuta a Lazzaro, fanno capire che stiamo lavorando nella direzione giusta".

 

"Grazie alla fattiva collaborazione con tutte le associazioni del territorio – ha poi aggiunto - e al quasi quotidiano confronto con i funzionari della Soprintendenza, stiamo ponendo le basi per consentire al nostro comprensorio di compiere un salto di qualità in termini di promozione del patrimonio storico, culturale e naturalistico. Sono stati già disposti, da tempo, interventi presso il Castello Santo Niceto per riparare il portone d’ingresso, sistemare la vetrata danneggiata e posizionare la nuova ringhiera di protezione. Il Parco archeologico sarà presto interessato da lavori di manutenzione e la stessa Soprintendenza ha dei progetti molto interessanti in merito".

 

"Non appena saranno concluse le procedure propedeutiche, che già sono state avviate – ha quindi concluso Enza Mallamaci - saranno pubblicati gli avvisi per la gestione della fortificazione bizantina, del Parco e dell’Antiquarium ritenendo sia questa la strada da percorrere per uno sviluppo turistico, quindi economico ed occupazionale del nostro territorio”.

 

Visite: 100

Il Consiglio comunale di Motta San Giovanni si schiera dalla parte di Radio Radicale chiedendo al Governo la proroga della convenzione e la prosecuzione delle trasmissioni radiofoniche.

 

La mozione, presentata dal sindaco Giovanni Verduci e sottoscritta da tutti i gruppi consiliari, è stata promossa dal “Laboratorio di partecipazione contrada Sant’Elia” un comitato locale che, interpretando un comune sentimento ed evidenziando l’importanza per le associazioni, i partiti politici e le varie organizzazioni dell’archivio e del servizio reso da Radio Radicale, ha sollecitato un impegno formale del Comune.

 

“Radio Radicale – ha dichiarato il sindaco subito dopo il Consiglio comunale – ha raccontato per anni i momenti centrali della vita istituzionale e politica italiana. Con le dirette Parlamentari, i lavori congressuali, la rassegna stampa, il filo diretto e le trasmissioni tematiche ha reso tutti noi partecipi, coinvolgendo e contrastando l’isolamento. Con i suoi 250 impianti di diffusione terrestre Radio Radicale copre il 75% del territorio italiano, raggiungendo l’85% della popolazione del Paese e custodisce il più grande archivio audio e video presente in Italia, composto da oltre 540 mila documenti”.

 

“L’intero Consiglio comunale – ha quindi aggiunto - si è determinato a favore della partecipazione, della conoscenza, della tradizione, della curiosità che porta crescita, sviluppo e qualità, e lo ha fatto chiedendo al Governo di consentire a Radio Radicale di proseguire nella sua missione”.

 

“Adesso – ha quindi concluso il sindaco Verduci – trasmetteremo questa nostra mozione al Governo con l’auspicio che contribuisca a suscitare una più attenta riflessione, evitando così di impoverire ulteriormente le già poche occasioni di conoscenza diretta che abbiamo a disposizione”.

 

MOZIONE APPROVATA DAL CONSIGLIO COMUNALE NELLA SEDUTA DEL 10 MAGGIO 2019

 

ASCOLTA L'INTERVISTA AL SINDACO GIOVANNI VERDUCI TRASMESSA DA RADIO RADICALE

Visite: 93

“La giovanissima Miriam Ambrogio rappresenta benissimo una generazione troppo spesso criticata ma che in realtà, puntando sulla curiosità, sulla determinazione e sulla genuina ambizione, presta ascolto agli insegnamenti, non rimane indifferente facendo ben sperare per il presente della nostra comunità”.

 

È quanto dichiara Carmelita Laganà, assessore comunale con delega alla Pubblica Istruzione, evidenziando l’importante traguardo raggiunto da Miriam, vincitrice della finale nazionale della XVII^ edizione delle Olimpiadi italiane di Astronomia, categoria junior 1.

 

“A Miriam Ambrogio – continua l’assessore – anche a nome del sindaco Giovanni Verduci e dell’intera Amministrazione comunale, esprimo le più vive congratulazioni per il prestigioso risultato conseguito, convinta che questo rappresenti solo una tappa nel suo percorso di crescita che, sicuramente, sarà ricco di ulteriori successi”.

 

“A Matera, capitale europea della cultura e sede della finale – aggiunge Laganà – la nostra concittadina, accompagnata dalla professoressa Patrizia Vadalà, vicaria del dirigente scolastico, e seguita nel suo percorso di approfondimento dalla professoressa Rosalia Branca, ha saputo conquistare l’ambita medaglia “Margherita Hack”.

 

“La studentessa di Lazzaro – prosegue la delegata alla Pubblica istruzione - ha portato in alto il nome di Motta San Giovanni e dell’Istituto scolastico comprensivo che, sotto l’abile direzione della professoressa Teresa Marino, e grazie all’impegno del valido corpo docente e di una ricca offerta formativa, esprime sempre ragazzi molto preparati e pronti ad affrontare le sfide della vita. A tutto questo va aggiunta la passione e la competenza della professoressa Angela Misiano che, ormai da anni, ha reso il Planetario Pythagoras di Reggio Calabria un punto di eccellenza nell’intera area del Mediterraneo”. 

 

“A breve – conclude l’assessore Carmelita Laganà – inviteremo Miriam Ambrogio a palazzo Alecce, con lei organizzeremo un evento coinvolgendo la scuola e il Planetario Pythagoras”

Visite: 186

 

Il Comune e la Pro Loco di Motta San Giovanni stanno predisponendo un programma di eventi per la prossima stagione estiva denominato MOTTA SAN GIOVANNI LA CITTÀ DEL CASTELLO - ESTATE 2019.

 

Il programma interessa il periodo dall’1 giugno al 31 agosto 2019, riguarda l’intero territorio comunale (Motta, Lazzaro, Serro Valanidi) e si pone l’obiettivo di valorizzare gli aspetti storici, culturali, enogastronomici, turistici e naturalistici del comprensorio mottese.

 

Per questo motivo, volendo coinvolgere tutte le realtà territoriali, è stato pubblicato un avviso per sollecitare manifestazioni di interesse da parte di soggetti che vogliano proporre proprie iniziative da inserire nel programma in fase di elaborazione.

 

Le associazioni, gli operatori economici, le persone fisiche, le cooperative, gli enti, le fondazioni e i consorzi che hanno in programma di realizzare eventi, nel territorio mottese e nel periodo giugno-agosto, nel campo della cultura, dello spettacolo, dello sport, dell’enogastronomia e delle politiche giovanili, dovranno rispondere all’avviso, compilando la modulistica e inviandola, entro il 10 maggio 2019, al Comune e alla Pro Loco. I promotori delle iniziative saranno invitati a prendere parte a degli incontri convocati per meglio coordinare le singole attività.   

 

Alle iniziative selezionate, il Comune e la Pro Loco, garantiranno l’inserimento nel programma, la relativa divulgazione e promozione, la giusta visibilità in occasione della conferenza stampa di presentazione. I soggetti selezionati, oltre a curare la completa gestione e organizzazione dell’evento presentato, si impegneranno ad osservare la direttiva del Ministero dell’Interno del luglio 2018 relativa agli eventi pubblici e alle norme di sicurezza.

 

Attraverso l’Avviso, grazie anche all’esperienza e alla competenza della Pro Loco, si riuscirà a predisporre un programma ricco e variegato, che terrà conto delle esigenze dei giovani e dei meno giovani, dei residenti, di quanti soggiornano abitualmente nel periodo estivo e dei turisti, evitando, ove possibile, sovrapposizioni di eventi e favorendo la calendarizzazione su un periodo più ampio.     

 

L’avviso completo, con la modulistica, può essere visionato e scaricato dal sito istituzionale

Torna all'inizio del contenuto