Eventi e Notizie

Visite: 27

Da questa mattina presso la sede municipale di Motta San Giovanni è esposto il gonfalone dell’associazione “Minatori Commemorare per Ricordare”.    

 

L’Amministrazione comunale del sindaco Giovanni Verduci e l’Associazione presieduta da Francesco Genoese intendono in questo modo celebrare la “Giornata nazionale del sacrificio del lavoro italiano nel mondo”, proclamata nel 2001 in memoria della tragedia di Marcinelle dove l’8 agosto 1956 persero la vita 262 minatori.

 

Nei giorni scorsi, in occasione della coinvolgente ed emozionante manifestazione “VITA DA MINATORI”, organizzata dalla locale associazione nell’affollatissima piazza della Municiplaità, il sindaco Verduci ha annunciato che, grazie al patrocinio e al contributo concesso dalla Commissione permanente interregionale per il coordinamento delle politiche nell’Area dello Stretto, presieduta dall’on. Domenico Battaglia, il prossimo autunno si terrà la decima edizione del premio “IL MINATORE D’ORO”.

 

 

Visite: 115

Molto interesse sta riscuotendo tra gli addetti ai lavori, gli appassionati e i turisti il Museo civico archeologico Antiquarium Leucopetra di Lazzaro

 

Per soddisfare le numerose richieste di associazioni non solo locali, volendo intercettare i flussi turistici offrendo nuove occasioni per conoscere la storia e la cultura del territorio mottese, è stato approvato un calendario di apertura della struttura museale.       

 

Per tutto il mese di agosto sarà possibile visitare l’Antiquarium Leucopetra, tutti i giorni, dalle ore 16:30 alle ore 21:30, mentre un’apertura straordinaria è prevista dalle ore 21:00 alle ore 23:30 dal 2 al 4 agosto e dall’8 al 10 agosto.

 

Inoltre, attraverso il coinvolgimento delle associazioni locali, della Pro Loco di Motta San Giovanni e dei volontari del servizio civile saranno garantire, su richiesta e prenotazione, visite guidate con personale qualificato e formato.

 

“Sono molto soddisfatta del lavoro che stiamo facendo in assoluta sinergia la Soprintendenza, con tutte le associazioni locali e con quanti hanno a cuore la storia, la tradizione e la cultura del nostro territorio” – dichiara Enza Mallamaci assessore comunale con delega alla Cultura - Grazie alla loro disponibilità, riusciamo a garantire un servizio qualitativamente elevato con guide professionali e competenti. Lo scorso giugno la Regione Calabria ha approvato il riconoscimento di interesse regionale del Museo Civico Archeologico comunale Antiquarium Leucopetra di Lazzaro, e in questi mesi numerose sono state le visite di esperti che testimoniano come, finalmente e grazie all’attenta programmazione dell’amministrazione del sindaco Giovanni Verduci, abbiamo intrapreso il giusto percorso, magari fatto di piccoli passi ma che lasciano impronte profonde”.

 

“Penso al Rabbino Chiskiau Kalmanowitz – ricorda quindi l’assessore - al restauratore Amir Genach e all’assistente Valentina Walden Ischiboni,  a Debora Penchassi, responsabile culturale della Sinagoga di Lincoln Square di New York, a Lorenzo Festicini, Fondatore dell’Istituto Nazionale Azzurro, a Zef Bushati già Ambasciatore dell’Albania presso la Santa Sede e Presidente della Fondazione Internazionale Papa Clemente Albani XI. Tutti entusiasti, tutti affascinati dall’accogliente struttura e dalla bellezza dei reperti”.

 

“Adesso – conclude quindi Enza Mallamaci – stiamo lavorando per pubblicare l’avviso per la gestione della struttura museale e per realizzare un progetto che coinvolga gli istituti scolastici regionali”.

 

Visite: 203

In attesa che venga pubblicato l’avviso per la gestione insieme al parco archeologico, continua a riscuotere successo il Museo civico archeologico Antiquarium Leucopetra di Lazzaro

 

Nei giorni scorsi, ospite d’eccezione è stata Debora Penchassi, responsabile culturale della Sinagoga di Lincoln Square, Manhattan, New York (USA) che è rimasta notevolmente meravigliata della ricchezza di materiali e dell’affascinante storia di questi luoghi in riva allo Stretto. La visita, fortemente voluta dall’Assessore alla Cultura Enza Mallamaci, ha permesso di visionare ed apprezzare i numerosi ed affascinanti reperti che le teche custodiscono, simboli di un glorioso ed illustre passato.

 

A guidare la visita sono stati Saverio Verduci, storico e ricercatore, presidente dell’Associazione culturale Eureka e Vincenza Triolo architetto e conservatrice dei Beni Architettonici e Ambientali, presente Giovanna Di Dia, presidente dell’Associazione turistica Pro Loco del Comune di Motta San Giovanni, tutti supportati dai volontari dell’associazione Eureka e del Servizio Civile della Pro Loco stessa.

 

Nel visitare le varie sale che compongono la struttura museale, Debora Penchassi ha avuto la possibilità di percorre, attraverso la visione dei reperti, la storia del nostro territorio fin dal periodo greco proseguendo nella fase romana e fino a giungere al periodo bizantino. La studiosa è rimasta particolarmente affascinata dalla superba bellezza, quasi unica, della lucerna ebraica custodita presso il museo di Lazzaro rilevandone importanti peculiarità in parte ancora da studiare.

 

“Sono davvero affascinata e allo stesso tempo felice di vedere come questi luoghi custodiscono in maniera così meticolosa la loro storia – ha dichiarato Debora Penchassi - Segni e simboli di un tempo lontano che qui si sono conservati meravigliosamente superando l’oblio del tempo stesso. È bello vedere come ancora tanti giovani cercano di conoscere il loro passato. È assolutamente opportuno fare squadra e continuare ad indagare il territorio facendolo conoscere anche all’esterno”.

 

Il tutto rientra nel quadro del vasto ed interessante programma di divulgazione culturale denominato Calabria Judaica che ha preso il via domenica a Bova nella Giudecca e al quale l’assessorato alla Cultura di Motta San Giovanni ha deciso di aderire. Lazzaro e Bova, quindi, sedi di comunità ebraiche che attraverso questo progetto intendono valorizzare il patrimonio culturale ebraico in Calabria, le cui origini affondano nel mito.

 

A Lazzaro il 22 Luglio sono previste, in un’unica iniziativa, una serie di eventi tra cui visite guidate presso il museo e rappresentazioni libere che puntano alla riscoperta e alla valorizzazione di una parte importante della nostra storia.  

Visite: 203

 

Il sindaco Giovanni Verduci ha ricevuto nei giorni scorsi presso la sede municipale Mauro Cozzupoli, il talentuoso batterista di Lazzaro che domenica prossima suonerà alla CommerzBank Arena di Francoforte, stadio da 50mila spettatori, in occasione del Rocking’1000.  

 

Unico calabrese ad essere stato selezionato, Cozzupoli farà parte della band composta da mille artisti tra cantanti, chitarristi e batteristi, che con 18 brani e in due ore di musica ripercorrerà la storia del rock.   

 

Sul prato dello stadio di Francoforte, con un direttore d’orchestra e la partecipazione anche di ospiti internazionali che canteranno le proprie canzoni, Mauro Cozzupoli porterà capacità, competenza, passione e determinazione, tutti elementi che caratterizzano rendendola unica la nostra comunità.    

 

“Esprimo a Mauro Cozzupoli le congratulazione di tutta l’Amministrazione comunale – ha dichiarato il sindaco a margine dell’incontro – con lui, all’interno dell’Arena di Francoforte, in occasione di questo evento unico e straordinario, ci sarà tutta la nostra comunità. È importante, per un territorio che vuole emergere e una comunità che vuole crescere guardando fiduciosa al futuro, mettere in luce, sostenere e promuovere le migliori espressioni di una generazione troppo spesso e ingiustificatamente bistrattata”.

 

“Stiamo sinceramente pensando – ha poi concluso il primo cittadino – di coinvolgere Mauro Cozzupoli in un progetto che stiamo già predisponendo e che mira a riscoprire l’importanza sociale della musica e della conoscenza degli strumenti e dei generi musicali”.    

 

All’incontro hanno preso parte il vicesindaco Rocco Campolo, l’assessore alla Cultura Enza Mallamaci e il consigliere delegato e capogruppo di maggioranza Santo Crea.

Torna all'inizio del contenuto