Visite: 148

“Con il Consorzio di Bonifica Basso Ionio Reggino stiamo sviluppando un importante progetto di difesa e promozione del territorio comunale. Insieme abbiamo già realizzato alcuni piccoli ma importanti interventi di riqualificazione urbana, aumentando il decoro, rendendo ancora più sicuri ed accoglienti alcuni siti molto cari alla nostra comunità”.

 

A dichiararlo è il sindaco Giovanni Verduci a conclusione di una riunione con il presidente del Consiglio comunale Giovanni Gattuso e l’assessore all’Agricoltura Domenico Infortuna, convocata per fare il punto su quanto già realizzato e programmare imminenti nuove iniziative da sottoporre all’attenzione del presidente del Consorzio di bonifica, Giovandomenico Caridi.

 

“Già il prossimo lunedì – aggiunge il primo cittadino – incontreremo il presidente Caridi che ha già manifestato la massima disponibilità a proseguire in questa quotidiana azione a sostegno del nostro territorio. Ricordo l’intervento presso il parco dell’Oleandro, realizzato attraverso anche la collaborazione delle associazioni locali, a Serro Valanidi in prossimità dell’argine del torrente, a Lazzaro, senza dimenticare le iniziative di rimboschimento delle nostre colline e di monitoraggio degli invasi”.

 

“Inoltre – continua Verduci – con il presidente Caridi lunedì discuteremo anche degli avvisi di pagamento fatti recapitare ultimamente. Il presidente Giovanni Gattuso e l’assessore Domenico Infortuna, infatti, hanno accolto segnalazioni da numerosi nostri concittadini sorpresi dal dover versare delle somme quale contributo per opere irrigue. Gli avvisi, curati dalla SO.G.E.T. S.p.A., sono giunti anche a proprietari di terreni che non hanno mai beneficiato dei servizi del Consorzio e che oggi difficilmente ne comprendono il motivo”.      

 

“Il presidente Giovandomenico Caridi – conclude il sindaco – ha già anticipato l’intenzione del Consorzio di avviare una verifica e una campagna di comunicazione, magari anche attraverso un incontro pubblico presso palazzo Alecce, per chiarire meglio le procedure, favorendo la riscossione e limitando le contestazioni”.

Torna all'inizio del contenuto