Visite: 582

 
Sabato 1, domenica 2, lunedì 3 agosto
incendio località Sant’Ilario/Comunia – impianto in disuso Ecoservice srl;
intervento Vigili del Fuoco e Protezione Civile;
 
lunedì 3 agosto
intervento Vigili del Fuoco e Protezione Civile;
sopralluogo amministratori e tecnici comunali;
il sindaco Verduci chiede a tutte le Istituzioni competenti e all’azienda privata di intervenire;
 
mercoledì 5 agosto
il sindaco Verduci richiede e sollecita tutte le Istituzioni e l’azienda privata ad intervenire;
 
giovedì 6 agosto
su richiesta del sindaco Verduci, i Vigili del Fuoco svolgono un sopralluogo presso l’impianto Ecoservice e trasmettono verbale con risultati del sopralluogo, indicazioni per l’intervento da eseguire e comunicando disponibilità a collaborare;
 
venerdì 7 agosto
il sindaco Verduci chiede l’intervento dell’azienda Ecoservice,
su richiesta del sindaco Verduci, i tecnici Arpacal svolgono sopralluogo presso impianto Ecoservice e trasmettono relativo verbale;
 
martedì 11 agosto
il sindaco Verduci, vista l’inerzia dell’azienda Ecoservice, chiede alla Prefettura un intervento per la soluzione della problematica;
 
mercoledì 12 agosto
sopralluogo tecnici e amministratori comunali;
il sindaco Verduci, vista l’inerzia dell’azienda Ecoservice e sentita la Prefettura, emette Ordinanza n.73 contingibile e urgente avente a oggetto “Interventi di smassamento località Sant’Ilario”;
l’Ufficio Tecnico comunale individua ditta per intervento smassamento;
la società Ecoservice comunica disponibilità all’accesso presso l’impianto per gli interventi programmati dal Comune;
 
giovedì 13 agosto
vengono eseguiti interventi di smassamento dalla ditta incaricata con supporto Vigili del Fuoco;
i Vigili del Fuoco comunicano al Sindaco di non poter garantire supporto nei giorni successivi;
il sindaco Verduci, vista l’impossibilità dei Vigili del Fuoco, chiede l’intervento della Protezione Civile con servizio autobotte;
 
venerdì 14 agosto
la Protezione Civile, considerando lo stato non emergenziale, comunica al sindaco la non concessione del servizio autobotte;
l’Ufficio Tecnico comunale sospende intervento di smassamento;
 
lunedì 17 agosto
sopralluogo tecnici e amministratori comunali;
il sindaco Verduci chiede al Prefetto un tavolo tecnico;
il sindaco Verduci chiede alla Regione e alla Protezione Civile, in attesa del tavolo tecnico, supporto per riprendere l’intervento di smassamento e raffreddamento;
l’Assessorato regionale all’Ambiente e la Protezione civile comunicano la disponibilità dell’autobotte;
l’ufficio tecnico comunale ordina alla ditta di riprendere i lavori di smassamento;
 
martedì 18 agosto
sopralluogo tecnici e amministratori comunali;
il sindaco Verduci attiva la Protezione Civile Garibaldina per attività di supporto;
la ditta incaricata, con il supporto della Protezione civile regionale (autobotte) e la Protezione civile locale (operatori), presente la Polizia Municipale, esegue interventi di smassamento e raffreddamento (dalle ore 13.00) ;
i tecnici Arpacal svolgono sopralluogo presso sito Ecoservice srl;
i tecnici Sorical garantiscono approvvigionamento presso i pozzi;
il Prefetto convoca riunione tavolo tecnico per giovedì 20 agosto;
 
mercoledì 19 agosto
la ditta incaricata, con il supporto della Protezione civile regionale (autobotte) e la Protezione civile locale (operatori), prosegue l’intervento di smassamento e raffreddamento (dalle ore 10:00);
 
giovedì 20 agosto
la ditta incaricata, con il supporto della Protezione civile regionale (autobotte) e della Protezione civile locale (operatori), prosegue l’intervento di smassamento e raffreddamento (dalle ore 10:00);
tecnici dell’Asp eseguono sopralluogo presso impianto Ecoservice srl;
presso la Prefettura si tiene la riunione del tavolo tecnico, presenti il Comune, la Regione, la Città Metropolitana, la Protezione Civile, l’Arpacal, l’Asp, i Vigili del Fuoco, l’azienda Ecoservice srl;
sopralluogo presso l’impianto Ecoservice srl presenti il sindaco, i tecnici del Comune e della Città Metropolitana, l’azienda Ecoservice srl;
 

Venerdì 21 agosto

sopralluogo presso l’impianto Ecoservice srl, presenti i tecnici comunali e i vigili del fuoco;

 

 

Martedì 25 agosto

l’ufficio tecnico comunale redige la “Perizia giustificativa del primo intervento di smassamento e spegnimento - Pianificazione del secondo intervento di smassamento e spegnimento loc. S.Ilario – Fondo Ecoservice Srl”;

l’ufficio tecnico comunale chiede ai vigili del fuoco i verbali del sopralluogo svolto presso l’impianto Ecoservice srl;

 

 

Giovedì 27 agosto

la Giunta comunale approva la “Perizia giustificativa del primo intervento di smassamento e spegnimento - Pianificazione del secondo intervento di smassamento e spegnimento loc. S.Ilario – Fondo Ecoservice Srl” curata dall’ufficio tecnico comunale;

 

 

Venerdì 28 agosto

il sindaco Verduci chiede all’assessore regionale alla Tutela dell’Ambiente un incontro e al Dipartimento Ambiente e Territorio della Regione Calabria un sopralluogo tecnico presso la discarica di località Comunia;

il presidente del Consiglio comunale Beniamino Mallamaci, il vicesindaco Rocco Campolo e l’assessore all’ambiente Domenico Infortuna incontrano alcuni cittadini presso la sede comunale;

l'Ufficio tecnico comunale trasmette alla Regione Calabria  la “Perizia giustificativa del primo intervento di smassamento e spegnimento - Pianificazione del secondo intervento di smassamento e spegnimento loc. S.Ilario – Fondo Ecoservice Srl”;

 

Giovedì 1 settembre

il sindaco Verduci chiede all’Arpacal un nuovo sopralluogo presso l’impianto Ecoservice e la discarica Comunia e i risultati degli esami già eseguiti a seguito della richiesta formulata dal Comando provinciale dei Vigili del Fuoco;

tecnici Arpacal svolgono sopralluogo presso impianto Ecoservice e discarica Comunia;

  

 

Giovedì 3 settembre

il sindaco Verduci incontra presso gli uffici regionali l’assessore alla Tutela dell’Ambiente e il Dirigente generale del Dipartimento Ambiente e Territorio;

 

 

Lunedì 7 settembre

l’Arpacal risponde al sindaco;

l’ufficio tecnico comunale, su indirizzo del sindaco Verduci, avvia il procedimento per un monitoraggio ambientale per il controllo della qualità dell’aria, dell’acqua e del suolo per la zona di Comunia e del centro abitato di Lazzaro.

 

venerdì 11 settembre

la Regione Calabria comunica l’assenso al contributo richiesto dal Comune per garantire il piano di monitoraggio ambientale e realizzare l’intervento di smassamento e spegnimento del compost presente presso l’impianto Ecoservice;

 

lunedì 14 settembre

l'Ufficio tecnico comunale, facendo seguito ai precedenti intercorsi con i Vigili del Fuoco e dando atto della disponibilità del contributo erogato dalla Regione Calabria, richiede formalmente  intervento tecnico straordinario di smassamento e spegnimento dei cumuli di compost nell'area dell'impianto Ecoservice srl al Comando Vigili del Fuoco di Reggio Calabria;

 

mercoledì 16 settembre

tecnici Arpacal, presenti i tecnici comunali, eseguono un sopralluogo presso l’impianto Ecoservice srl e la discarica di località Comunia;

su richiesta del Comune, i vigili del fuoco intervengono all’interno della discarica Comunia;

 

 

giovedì 17 settembre

l'Arpacal trasmette relazione a seguito sopralluogo del 16 settembre;

 

 

venerdì 18 settembre

si tiene un incontro presso il Comando dei vigili del fuoco di Reggio Calabria, presenti i tecnici comunali e i tecnici Ecoservice, programmando un nuovo sopralluogo;

 

 

sabato 19 settembre

il sindaco scrive al prefetto

 

 

martedì 22 settembre

l'Ufficio tecnico comunale provvede all'ffidamento di servizi di monitoraggio ambientale;

il Sindaco Giovanni Verduci chiede alla Protezione civile Calabria la disponibilità dell'autobotte per l'intervento di smassamento e raffreddamento; 

 

 

mercoledì 23 settembre

una ditta specializzata comincia le analisi per il monitoraggio ambientale, analisi che proseguiranno e interesseranno alcune parti del territorio;

i vigili del fuoco, insieme ai tecnici comunali, presso l’impianto Ecoservice per specifiche valutazioni tecnico-operative;

 

 

venerdì 25 settembre

riunione tavolo tecnico presso la Prefettura;

il Comando dei  Vigili del Fuoco comunica di non essere disponibile ad effettuare i lavori di smassamento e raffreddamento;

 

 

sabato 26 settembre

il vicesindaco Rocco Campolo incontra i cittadini in sit-in presso la delegazione comunale di Lazzaro; 

 

lunedì 28 settembre

l'Ufficio tecnico comunale avvia il procedimento per l'affidamento dei lavori di smassamento e raffreddamento cumuli di compost impianto Ecoservice srl, approva lo schema di richiesta preventivo, individua n°5 ditte tra gli operatori economici iscritti nel Mercato Elettronico delle Pubbliche Amministrazionie iscritte alla White List della Prefettura di Reggio Calabria, cui inviare la richiesta di preventivo e lo schema di offerta;

il Sindaco Giovanni Verduci scrive al sentore Nicola Morra - Presidente Commissione parlamentare di inchiesta sul fenomeno delle mafie e sulle altre associazioni criminali;

 

 

mercoledì 30 settembre

l'ufficio tecnico comunale acquisisce un unico preventivo per i lavori di smassamento e raffreddamento cumuli di compost impianto Ecoservice srl; 

 

giove 1 settembre

l’ufficio tecnico approva Determina a contrarre per l’affidamento dei lavori di smassamento e raffreddamento cumuli di compost nell’ex impianto Ecoservice srl – Loc. S.Ilario-Comunia (Determinazione n.119 del 1/10/2020);

la trattativa diretta, allo scadere del termine previsto, non si conclude positivamente perché l’operatore economico che aveva manifestato il suo interesse a partecipare alla procedura, non ha ritenuto dare seguito alla trattativa negoziata con la stazione appaltante;      

 

 

sabato 3 ottobre

l’ufficio tecnico approva Determina affidamento dei lavori di smassamento e raffreddamento cumuli di compost nell’ex impianto Ecoservice srl – Loc. S.Ilario-Comunia (Determinazione n.122 del 3/10/2020);

viene disposta la nullità della procedura di gara negoziata prevista con Determina n. 119/2020;

viene affidato il servizio supporto idrico e spegnimento e il servizio smassamento e movimentazione cumuli di compost;    

 

lunedì 5 ottobre

cominciano i lavori per lo smassamento e il raffreddamento del compost presente all’interno dell’impianto privato Ecoservice srl, oggi in amministrazione giudiziaria;

 

 

mercoledì 21 ottobre

i tecnici comunali, il direttore dei lavori, la ditta incarica, i tecnici Arpacal svolgono un sopralluogo presso impianto Ecoservice;

si accerta lo spegnimento dei focolai dei cumuli di compost nell'area Ecoservice interessata dai lavori;

si rileva la presenza di focolai nell'area della società Taurus srl;

si rileva un focolai sommerso nell'area ex discarica di Comunia;

si chiede alla Regione Calabria, nell'ambito delle indagini finalizzate all'elaborazione del Piano di Caratterizzazione, di intervenire sull'area dell'ex discarica Comunia; 

si chiede lo spegnimento dei cumuli di compost presenti nell'area Taurus e la rimozione dei cumuli Ecoserbice e Taurus;

 

sabato 31 ottobre

pubblicata la relazione del monitoraggio ambientale;

RELAZIONE

 

RELAZIONE (aggiornamento 23 novembre 2020)

 

 

martedì 3 novembre

riunione operativa presso la Regione Calabria;

 

mercoledì 4 novembre

i tecnici comunali, i tecnici Arpacal e i tecnici della Regione Calabria svolgono un sopralluogo presso impianto Ecoservice, ex discarica Comunia e area Taurus;

 

 
Torna all'inizio del contenuto